Blog

Assonime pubblica le Linee Guida per il reporting di sostenibilità delle società quotate su Euronext Growth Milan

Viola e Blu Chiaro E-Sport Illustrativo Gaming Logo Gaming (2560 × 1707 px) (27)
Aziende / Business / SOSTENIBILITA'

Assonime pubblica le Linee Guida per il reporting di sostenibilità delle società quotate su Euronext Growth Milan

Assonime ha pubblicato la Nota Studi n. 1/2024, redatta in collaborazione con Assonext, dal titolo “Linee Guida per il reporting di sostenibilità delle società quotate su Euronext Growth Milan”.

In sintesi, l’associazione delle società quotate italiane ritiene che il quadro normativo in materia di reporting di sostenibilità, di matrice sostanzialmente europea e in rapida evoluzione, abbia un impatto importante anche se indiretto sulle società quotate su Euronext Growth Milan.

Infatti, le società quotate su Euronext Growth Milan non sono tenute, in quanto tali, a rispettare gli obblighi informativi attualmente vigenti a meno che non siano qualificabili come “enti di interesse pubblico” e raggiungano determinate soglie dimensionali; analogamente, esse non rientrano nel più ampio ambito di applicazione della direttiva sulla rendicontazione di sostenibilità (direttiva UE 2022/2464 del 14 dicembre 2022), la cui estensione riguarda solo le PMI quotate su mercati regolamentati e non su MTF.

Assonime, tuttavia, ravvisa almeno due fattori di interesse ai temi della sostenibilità da parte di queste imprese:

– in quanto clienti di imprese finanziarie tenute a rendicontare la sostenibilità delle proprie attività;

– quando appartengono a catene di valore di imprese soggette a obblighi di rendicontazione e due diligence.

Per le società quotate su Euronext Growth Milan che rientrano comunque direttamente nell’ambito di applicazione dell’informativa obbligatoria, i problemi in termini di informativa di sostenibilità si riducono a questioni di compliance rispetto alla disciplina in vigore.

Secondo Assonime è quindi necessario individuare le caratteristiche che tali informazioni dovrebbero avere per essere efficaci e utili per la platea di investitori ai quali sono rivolte. I punti di attenzione, messi in luce dallo studio congiunto di Assonime e Assonext pubblicato nel febbraio 2023, sono sostanzialmente tre:

  1. definire il documento destinato ad accogliere le informazioni;
  2. individuare il novero e i criteri di definizione delle informazioni da fornire;
  3. precisare gli impatti sugli organi sociali coinvolti in termini di redazione e controllo delle informazioni nonché sull’assetto organizzativo.

Viene chiarito dall’associazione che le Linee Guida potranno essere aggiornate alla luce dell’evoluzione del quadro normativo di riferimento. Al riguardo, viene segnalato che l’EFRAG sta elaborando gli standard di rendicontazione di sostenibilità per le PMI quotate e quelli, volontari, per le PMI non quotate, che dovrebbero essere pubblicati e sottoposti a consultazione pubblica entro la fine del mese di gennaio 2024.

Le Linee Guida si articolano in quattro sezioni:

  1. principi generali per la redazione della rendicontazione di sostenibilità;
  2. contenuto del report di sostenibilità;
  3. processo di formazione del report e profili di governance;
  4. collocazione del report di sostenibilità. 

Per scaricare il documento clicca qui: note e studi 1 – 2024.pdf (assonime.it)

Avv. Adamo Brunetti

My Agile Privacy
Questo sito utilizza cookies indispensabili per il suo funzionamento. Cliccando Accetta, autorizzi l'uso di tutti i cookies.
Attenzione: alcune funzionalità di questa pagina potrebbero essere bloccate a seguito delle tue scelte privacy